Risultati da 1 a 16 di 16

Discussione: Escursione Lagorai - Bivacco Coldosé

  1. #1
    Temporale a multicella L'avatar di Viking
    Data Registrazione
    24-07-2014
    Località
    Saonara
    Messaggi
    2190

    Escursione Lagorai - Bivacco Coldosé

    Partecipano gli utenti Viking e Simone1


    Fine agosto 2015, bellissimo clima caldo e stabile, partiamo alla volta di Caorìa fino a raggiungere il rifugio Refavaie con la macchina e da qui, dopo essersi infilati gli scarponi, saliamo gli oltre mille metri di dislivello attraversando il bosco per buona parte del sentiero.


    Superati i duemila metri il bosco cede il passo ad ampie aperture erbose e a piccoli rivoli d'acqua, poco più in la sentiamo il belato di pecore grandi e piccole con poderosi porchi cavati dal pastore!

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2693_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 207 
Dimensione: 268.5 KB 
ID: 19187 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2695.JPG 
Visualizzazioni: 171 
Dimensione: 167.3 KB 
ID: 19188 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2715.JPG 
Visualizzazioni: 167 
Dimensione: 213.2 KB 
ID: 19189


    Vediamo il bivacco da lontano ma c'è ancora del dislivello da affrontare, ci accorgiamo che la porta è aperta quindi di certo non siamo soli ad abitarlo per la notte. Sono poco più delle sette ma il sole si è già nascosto dietro alle montagne, troviamo altre quattro persone, però il bivacco offre possibilità di alloggio a tutti.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2685.JPG 
Visualizzazioni: 123 
Dimensione: 111.0 KB 
ID: 19190 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2722.JPG 
Visualizzazioni: 115 
Dimensione: 82.3 KB 
ID: 19191 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2724.JPG 
Visualizzazioni: 94 
Dimensione: 70.7 KB 
ID: 19192


    Una piccola rinfrescatina e un cambio abiti alla fontana, la stessa serve pure a rifornirci dell'acqua per il risotto e per il tè, abbiamo qualche titubanza a berla dato il contesto di escrementi di pecora in cui si trova, idem per i prati sovrastanti da cui raccoglie il percolato; sembra chiara e fresca ma preferiamo aggiungere un disinfettante per iperclorare facendola poi bollire a lungo prima di ingerirla, sotto lo sguardo stupito degli altri escursionisti che probabilmente ritengono un comportamento di eccessiva prudenza.


    Il risotto è buonissimo e ce lo mangiamo senza timori di incorrere in parassitosi intestinali, pure il te ha un gusto speciale; chiacchieriamo con gli altri seduti a tavola, una coppia intanto se ne va sulle cucce, dopo un po' per non disturbare andiamo a coricarci pure noi.
    Non riesco ad addormentarmi, provo a non girarmi per non fare rumore, fa un caldo soffocante, forse per la stufa a legna, forse perché in sei più un cane la piccola stanzetta non è in grado di dissipare la temperatura, avverto un forte senso di claustrofobia, vorrei tanto aprire una fessura alla finestra o alla porta, resisto ma sono agitato, comincio a respirare più velocemente, ho sete, capisco che devo agire, prendo sacco a pelo e coperta, bevo una fresca cola in cucina ed esco all'esterno del bivacco adagiandomi su una dura panca di legno.

    Che straordinaria sensazione di libertà! Un cielo fantastico pieno di stelle e la luna che illumina a giorno, più sotto continuano i belati di pecore e di agnelli, ci sono otto, forse dieci gradi ad occhio, tuttavia sono talmente accaldato che rimango in maglietta senza coprirmi, mi raggiunge anche un'altra coppia molto accaldata che sentendomi uscire decide di fare la stessa cosa, rimane soltanto poco tempo e rientra.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2738_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 105 
Dimensione: 76.6 KB 
ID: 19194


    Più tardi mi infilo nel sacco a pelo ma accidenti la panca è proprio dura, mi metto una volta supino e una volta su un fianco, passano le ore e non arriva mai mattina, la luna intanto tramonta ed io ancora non mi addormento, tutto attorno diventa buio pesto, a parte le stelle che sono ancora più brillanti.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2730_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 85 
Dimensione: 41.4 KB 
ID: 19193 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2748_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 128 
Dimensione: 54.4 KB 
ID: 19195


    Il sacco a pelo è intriso di umidità, il sorgere del sole non deve essere così lontano, mi convinco a rientrare nel bivacco e mi propongo di lasciare aperto uno spiraglio alla porta anche se rischio di far uscire il cane.
    Entro dalla porta e sbatto contro un muro di aria viziata, meglio lasciare molto più di uno spiraglio, ritorno sul letto a castello e intravedo le luci dell***8217;alba.


    Colazione, pulizia del bivacco, riordino dello zaino, due ci lasciano di buonora, con gli altri due invece ci intratteniamo fino a metà mattinata quando lasciamo lo splendido bivacco Coldosè.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2797_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 104 
Dimensione: 243.7 KB 
ID: 19196


    Imbocchiamo un nuovo sentiero che porta al bivacco Paolo e Nicola, malgrado i sali e scendi ci manteniamo abbastanza in cresta, nulla di paragonabile con la tirata del giorno prima, attorno a noi bellissimi panorami e un cielo più che mai azzurro che contrasta col giallo delle graminacee ormai alla colorazione autunnale, ci fermiamo solamente per bere o per fare delle foto, camminando talvolta in silenzio, talvolta condividendo i pensieri.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2841_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 132 
Dimensione: 363.0 KB 
ID: 19197 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2827.JPG 
Visualizzazioni: 89 
Dimensione: 180.4 KB 
ID: 19198 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2850.JPG 
Visualizzazioni: 119 
Dimensione: 202.7 KB 
ID: 19199 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2873_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 93 
Dimensione: 114.5 KB 
ID: 19201


    Raggiunto il Bivacco Paolo e Nicola

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2901_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 122 
Dimensione: 329.7 KB 
ID: 19200


    facciamo una sosta più lunga per mangiare qualcosa, ci sono altre persone, ripartiamo verso il Refavaie attraverso un sentiero poco battuto misto ghiaia con all'inizio un pronunciata discesa di quelle a cui occorre prestare attenzione per non piantare il culo, fortunatamente percorriamo la zona difficile in poco tempo, più a valle troviamo tratto meno ripido con le erbe che ci arrivano alla vita, ci divertiamo a passarci in mezzo malgrado i semi e gli spigaroli che si attaccano alla peluria delle gambe, scattiamo delle foto, sono già diversi i chilometri percorsi dal giorno prima e ancora ce ne rimangono da percorrere.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2906_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 87 
Dimensione: 115.1 KB 
ID: 19202 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2919_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 88 
Dimensione: 106.5 KB 
ID: 19203


    Procediamo, perdiamo quota ed entriamo nel bosco,

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2930.JPG 
Visualizzazioni: 92 
Dimensione: 153.0 KB 
ID: 19204

    il sentiero si propone nuovamente con una forte discesa che dura per ore, finalmente imbocchiamo una stradina carreggiabile che ci da sollievo e ci permette di arrivare tra le chiacchiere alla macchina.

  2. #2
    Squall Line L'avatar di clark
    Data Registrazione
    10-05-2012
    Località
    Vicenza-Ovest (San Lazzaro)
    Messaggi
    4336
    Fantastico report! Fantastiche foto! Complimenti per l'escursione.
    Stazione meteorologica urbana Davis Vantage PRO2:
    https://www.weatherlink.com/bulletin...8-f5aa54869ebb

  3. #3
    Temporale a multicella L'avatar di Nordavind
    Data Registrazione
    11-05-2012
    Località
    Altopiano dei Sette Comuni | versante sud-est | 809m s.l.m.
    Messaggi
    2060
    Bel giro! E belle foto! Sono stato anch'io sul Lagorai ad inizio agosto, un caldo pure nel nostro bivacco! (Pure io facevo fatica ad addormentarmi, poi se ci sono altre persone si sta fermi per non disturbare ma il tempo in queste condizioni sembra non passare mai) :D
    Ora volevo tornare in un'altra zona in tenda, ma prima deve arrivarmi una lampada che sto aspettando da un mese... curiosità: la nottata era molto umida che avevi il sacco a pelo intriso di umidità? Il giro che ho in programma in tenda difatti lo farei per far foto, però dovrei aspettare una giornata relativamente secca sennò con condensa e umidità non riesco a fotografare
    Only they who walks the clouds knows
    For how long the wind blows
    And the sky is blue above us


    www.vittoriopoli.com

  4. #4
    Temporale a multicella L'avatar di Viking
    Data Registrazione
    24-07-2014
    Località
    Saonara
    Messaggi
    2190
    Appena uscito non mi sono reso conto dell'umidità, le stelle erano brillantissime, inoltre dentro l'aria era talmente pesante che a me sembrava asciutta e fresca.

    Il mio sacco a pelo non è di quelli spessi o molto isolanti, è confortevole solo se ci sono almeno 15 gradi all'esterno, per questo mi sono portato anche una spessa coperta in pile, però tutte e due dopo qualche ora tendevano al bagnato, bagnata era pure l'erba ed il tetto del bivacco ad un certo punto si è messo a gocciolare.
    Non so se a questo punto della stagione sia ancora possibile dormire fuori con la tenda senza che si bagni di condensa, un po' dipende dal tessuto con cui è fatta ma più di tanto non si può scappare, a parte la condensa sei a disagio pure tu quando senti l'umidità fino alle ossa, credo sia meglio cercare un bivacco o una baracca, purché siano scomodi più del solito da raggiungere così non trovi nessuno

    Che lampada hai ordinato? Io ne ho sempre usata una di quelle che hanno sia il neon, sia la torcia classica, sia il lampeggiante rosso con la cicalina, fanno buona luce e le batterie (usa e getta) durano parecchio, però il corpo della lampada e le batterie formato torcia, ingombrano e pesano molto; ora che c'è la tecnologia led avevo cercato qualcosa di meno ingombrante/pesante, non ho girato tante botteghe ma quello che ho visto costa tanto, da solo tre ore di autonomia e bisogna caricare per almeno 15 ore...
    Per ora mi arrangio con una coppia di led "cree" del costo di 1 euro + una pila da 4.5 volt, fanno una luce intensa, un una tenda abbaglierebbero! Ero tentato di prendere una lampada a gas così da finire tutte le bombolette mezze consumate del fornellino.

  5. #5
    Temporale a multicella L'avatar di Nordavind
    Data Registrazione
    11-05-2012
    Località
    Altopiano dei Sette Comuni | versante sud-est | 809m s.l.m.
    Messaggi
    2060
    volevo prendere una lampada da Decathlon ma le avevano esaurite, me ne serve una per la tenda per fare poi una foto con le stelle e la tenda illuminata :) così ne ho ordinata una su e-bay (molto bella perchè si richiude diventando molto compatta) solo che arriva da Hong Kong così chissà quando arriva...
    la mia tenda ha il doppio telo, quindi è anti condensa, però a me serve una nottata non troppo umida sennò le foto escono male ma soprattutto non voglio che l'attrezzatura si bagni...forse come dici però ormai è troppo tardi, io dovrei andare in una zona isolata che conosco, in riva a un lago, molto isolata e su una valle ventosa a 2000 m ...vediamo
    Only they who walks the clouds knows
    For how long the wind blows
    And the sky is blue above us


    www.vittoriopoli.com

  6. #6
    Team Member L'avatar di Luca Dal Molin
    Data Registrazione
    04-12-2012
    Località
    Vicenza nord, S. Bortolo
    Messaggi
    1509
    Per quanto riguarda le lampade io uso da anni sia per uso speleo che in esterni le lampade frontali tikka della Petzl (ne ho 3). Senz'altro tra le frontali sono tra le migliori in commercio sia come rapporto qualità\prezzo (il costo si aggira sui 30 euro, luminosità 80 lumen), sia come durata, robustezza (le usiamo in grotta) e non temono l'acqua. lo scorso anno alla Sprtler di Torri di Q. ho acquistato una lampada tedesca (Led Lenser): fino a 180 lumen costo 45 euro, ma mi ha dato dei problemi quindi la sconsiglio.
    Stazione Meteo amatoriale.
    Davis Vantage Vue. Termoigrometro con schermo passivo.

  7. #7
    Temporale a multicella L'avatar di Viking
    Data Registrazione
    24-07-2014
    Località
    Saonara
    Messaggi
    2190
    Ora mi viene un dubbio... forse non ho afferrato bene di che tipo di lampada parlasse Nordawind, ma trattandosi di illuminare una tenda ho immaginato che non si riferisse alle lampade frontali.

    Le lampade frontali sono ottime se ti devi muovere, camminare o come dici tu Luca per fare speleologia, quelle serie danno molta sicurezza se ti sposti al buio, per farsi male infatti basta non accorgersi di una radice che sporga dal suolo, per questo l'illuminazione non è solo un optional ma va presa seriamente; le frontali illuminano il cammino ma non sono adatte ad illuminare gli ambienti, nel mio caso il bivacco (anche se il Coldosé è alimentato da pannelli solari) perché emettono un fascio di luce concentrato tipo proiettore e non omnidirezionale.
    All'interno di un bivacco la luce di un tubo fluorescente è la migliore, da una luce diffusa, riflessa da qualsiasi superficie, ti permette di muoverti, preparare da mangiare, seguire il fuoco, illuminare la cena, senza troppe ombre nere, tuttavia contrariamente alla luce frontale è del tutto inadatta per illuminare un sentiero, non andando in profondità e non trovando superfici riflettenti ci si illuminerebbero solo i piedi.

    Se non è tubo fluorescente, rimane sempre valida la lampada a gas da appendere (ove possibile) che emette sempre luce diffusa non puntiforme, in una tenda fa pure da efficace riscaldamento, l'uso richiede una certa attenzione, una svista potrebbe essere pericolosa.

    Infine rimangono le lampade più recenti a led, però 3 ore di autonomia, come hanno detto a me, sono troppo poche se si dorme fuori, sarebbe opportuno avere la disponibilità di luce per tutta la sera/notte, non si sa mai.

  8. #8
    Temporale a multicella L'avatar di Nordavind
    Data Registrazione
    11-05-2012
    Località
    Altopiano dei Sette Comuni | versante sud-est | 809m s.l.m.
    Messaggi
    2060
    no a me serve una lampada/lanterna (che appunto ho ordinato su e-bay*) da appendere dentro la tenda, ho già una lampada frontale ed è proprio una Petzl (tikkina), ma sinceramente dopo aver visto una Black Diamond di un mio amico mi sono accorto che la mia è veramente ''scarsa'' (come lumens intendo), per di più lui l'ha pagata meno della mia

    *questa
    Nome: $_35.JPG
Visite: 427
Dimensione: 13.8 KB
    Only they who walks the clouds knows
    For how long the wind blows
    And the sky is blue above us


    www.vittoriopoli.com

  9. #9
    Temporale a multicella L'avatar di Viking
    Data Registrazione
    24-07-2014
    Località
    Saonara
    Messaggi
    2190
    Ma è fighissima! Sembra avere un dispositivo telescopico come quello di certi ombrelli, come dei bicchieri infilati uno dentro l'altro
    Questa ha il diffusore proprio come la lampada a gas ma non brucia, ma illumina? Hai potuto vederla in azione da qualche parte? Con cosa si alimenta?

  10. #10
    Cumulus Congestus
    Data Registrazione
    17-05-2012
    Località
    Vicenza (n/w)
    Messaggi
    239
    Carino il nuovo bivacco

    Amici mi avevano detto di questa novità, prima della neve proverò a farci un salto (e perchè no una notte). bravi e ciao!

  11. #11
    Temporale a multicella L'avatar di Viking
    Data Registrazione
    24-07-2014
    Località
    Saonara
    Messaggi
    2190
    Citazione Originariamente Scritto da alessandro Visualizza Messaggio
    Carino il nuovo bivacco

    Amici mi avevano detto di questa novità, prima della neve proverò a farci un salto (e perchè no una notte). bravi e ciao!
    Mi sembra che abbia tre anni, comunque si, è nuovissimo e molto bello, forse troppo. Tutto ben arredato in legno di pino, pentolame e posateria, materassi cerati, illuminazione con pannello fotovoltaico/accumulatore con lampada in zona giorno e notte + prese usb per ricariche varie; bella la stufa, peccato che hanno già rotto il vetro ad ogni modo funziona bene lo stesso senza fumare. Sono un po' incerto sulla potabilità dell'acqua delle due fontanelle, a parte la collocazione in mezzo agli escrementi di pecora, pur essendo incanalate in tubi di plastica credo che il percorso sia molto breve e che non arrivi da una zona incontaminata o posta molto più in alto, infatti esce con pressione quasi nulla, un piccolo rivolo che mi lascia supporre che si tratti di percolato ricevuto dalla vicina forcella.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2774_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 692 
Dimensione: 88.1 KB 
ID: 19232 Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: IMG_2780_stitch.JPG 
Visualizzazioni: 321 
Dimensione: 90.6 KB 
ID: 19233

  12. #12
    Team Member L'avatar di Luca Dal Molin
    Data Registrazione
    04-12-2012
    Località
    Vicenza nord, S. Bortolo
    Messaggi
    1509
    Caspita che bello. Non sembra un bivacco ma un piccolo rifugetto. E' molto frequentato? Io sono stato quest'estate al bivacco Tre Fontane sopra Malga Galmarara (Altopiano di Asiago) ma non è neppure da mettere a confronto. Infatti ho dormito in tenda all'esterno dell'edificio.
    Stazione Meteo amatoriale.
    Davis Vantage Vue. Termoigrometro con schermo passivo.

  13. #13
    Temporale a multicella L'avatar di Viking
    Data Registrazione
    24-07-2014
    Località
    Saonara
    Messaggi
    2190
    Citazione Originariamente Scritto da Luca Dal Molin Visualizza Messaggio
    Caspita che bello. Non sembra un bivacco ma un piccolo rifugetto. E' molto frequentato? Io sono stato quest'estate al bivacco Tre Fontane sopra Malga Galmarara (Altopiano di Asiago) ma non è neppure da mettere a confronto. Infatti ho dormito in tenda all'esterno dell'edificio.
    Oserei dire molto frequentato... all'interno come consuetudine nei bivacchi c'è un diario destinato ai passanti che in tre anni è diventato ricco e spesso di interventi quasi quotidiani, considerando che qualcuno (così come ho fatto io) potrebbe non aver scritto niente, si può presumere una presenza maggiore.

    Nove o dieci persone ci possono stare se non si fanno problemi a dormire con altre persone, se invece sono abituati a dormire sole passeranno la notte in bianco

  14. #14
    Temporale a multicella L'avatar di Nordavind
    Data Registrazione
    11-05-2012
    Località
    Altopiano dei Sette Comuni | versante sud-est | 809m s.l.m.
    Messaggi
    2060
    bellissimo il bivacco!
    il Tre Fontane in effetti è proprio spartano (per usare un eufemismo...)

    la lanterna va a batterie, ha un telo tipo zanzariera e ha 2 (o 3, non mi ricordo più) diverse intensità di luminosità, in più funziona anche come torcia da chiusa, alla fine secondo me è utile non solo per uso in tenda :)

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: HTB1m35YIpXXXXXpXVXXq6xXFXXXD.jpg 
Visualizzazioni: 63 
Dimensione: 81.9 KB 
ID: 19255
    Only they who walks the clouds knows
    For how long the wind blows
    And the sky is blue above us


    www.vittoriopoli.com

  15. #15
    Cumulus Congestus
    Data Registrazione
    17-05-2012
    Località
    Vicenza (n/w)
    Messaggi
    239
    Come peso Vittorio quanto fa?


    P.S. in Altopiano lasciando stare il Tre Fontane molto carini e accoglienti sono i bivacchi ai Campilussi, quello alla Busa delle Dodese e ho recentemente scoperto molto bello il Baito del Cuvolin mi pare si chiami (quello a bordo strada tra il Bivio Italia e i Campigoletti). ciao!

  16. #16
    Temporale a multicella L'avatar di Nordavind
    Data Registrazione
    11-05-2012
    Località
    Altopiano dei Sette Comuni | versante sud-est | 809m s.l.m.
    Messaggi
    2060
    La lanterna mi è arrivata 5 minuti fa :D
    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: uploadfromtaptalk1442318803763.jpg 
Visualizzazioni: 77 
Dimensione: 58.3 KB 
ID: 19258
    È estremamente compatta e leggera, però con le 3 batterie il peso aumenta (l'ho appena pesata: 185 grammi)

    ha 3 opzioni: illuminazione normale, al 50% e lampeggiante

    Con illuminazione normale in modalità torcia fa una buona luce e anche in modalità lanterna, non molto intensa ma sufficiente per una tenda

    Dei bivacchi hai elencato sicuramente i più belli :) anche lo Stalder non è male, ma bisogna chiedere le chiavi
    Poi quest'inverno ho scoperto che ce n'é uno sistemato da poco sotto al Verena, devo andare a farci un giro un giorno...
    Only they who walks the clouds knows
    For how long the wind blows
    And the sky is blue above us


    www.vittoriopoli.com

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •