GENERE DELLA NUBE: Cirrostratus

SPECIE DELLA NUBE: Nebulosus

VARIETA’ DELLA NUBE:

PARTICOLARITA’ SUPPLEMENTARI E NUBI ACCESSORIE: -

DATA E ORA DELLO SCATTO: giovedì 23 Febbraio 2012 ore 10.00 - 10.30

LOCALITA’ OVE E’ STATO ESEGUITO LO SCATTO: Cadoneghe (PD)





Una robusta avvezione calda in quota varca lentamente le Alpi portando delle modifiche sostanziali nelle condizioni atmosferiche. La nuvolosità aumenta gradualmente (sviluppo prima di cirrostrati, poi di altocumuli/altostrati), e si sposta lentamente da Nord verso Sud.

I massimi di gpt e di pressione al suolo si situano tra Spagna e Francia, ove risiede il vero nocciolo anticiclonico.

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cirrostrati2.png 
Visualizzazioni: 54 
Dimensione: 107.2 KB 
ID: 322



Una poco pronunciata saccatura in zona Scandinava e la goccia fredda che continua a stazionare sul Mediterraneo centrale impongono all'anticiclone una forma tipicamente schiacciata, la quale a sua volta impone una curvatura anticiclonica delle correnti (senso orario).


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cirrostrati3.png 
Visualizzazioni: 56 
Dimensione: 150.2 KB 
ID: 323



Dove la curvatura è più pronunciata (Francia) l'umidità in quota è più elevata.
Tuttavia, dal modello sottostante è evidente che risulta essere l'avvezione calda il principale fattore di aumento dell'umidità in quota (scorrimento di una massa d'aria calda su massa più fredda).


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cirrostrati4.png 
Visualizzazioni: 53 
Dimensione: 37.8 KB 
ID: 324



Comme avevo promesso, avrei implementato la descrizione con l'analisi del radiosondaggio ore 12 Udinese. Si riesce a capire la situazione confrontando il radiosondaggio 00 con quello delle 12: l'aumento dell'umidità in medio-alta troposfera è palese, così come sono palesi nel 12 gli effetti dell'ingresso del fronte caldo (già avvenuto a quella quota) a circa 5000mt. Questo ingresso (lo vedrete meglio nel text list) porta una modifica traumatica alla colonna d'aria, che presenta valori estremamente altalenanti (notare dew point).


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cirrostrati6.gif 
Visualizzazioni: 74 
Dimensione: 25.3 KB 
ID: 325


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cirrostrati5.gif 
Visualizzazioni: 52 
Dimensione: 25.1 KB 
ID: 326


Questo è il text list del radiosondaggio ore 12: in grassetto ho sottolineato i valori registrati più significativi, che dimostrano gli effetti dell'ingresso già avvenuto del fronte caldo.
Per chi non sapesse leggere questo tipo di informazioni, in ordine trovate: il livello di pressione, la quota in metri, la temperatura e il punto di rugiada o dew point. Difficile dare un'altezza limite del fronte caldo, o meglio individuare il suo ingresso preciso. Di solito sono ben più evidenti gli squilibri igrometrici, ed'è quello che interessa maggiormente.


1011.0 94 14.6 -1.4 33 3.43 250 4 286.9 296.9 287.4
1010.0 103 13.2 -1.8 35 3.33 251 4 285.5 295.3 286.1
1000.0 188 12.4 -1.6 38 3.42 265 3 285.6 295.5 286.1
952.0 597 8.2 -2.8 46 3.28 319 4 285.3 294.9 285.9
925.0 835 7.8 -6.2 36 2.61 350 4 287.3 295.1 287.7
896.0 1097 6.4 -8.6 33 2.24 358 4 288.5 295.2 288.9
875.0 1291 7.2 -11.8 24 1.78 3 5 291.2 296.8 291.6
850.0 1529 5.8 -12.2 26 1.77 10 5 292.2 297.7 292.5
728.0 2777 -2.9 -21.9 22 0.92 14 14 295.9 298.9 296.1
700.0 3087 -4.1 -23.1 21 0.86 15 16 297.9 300.8 298.1
692.0 3177 -4.6 -24.8 19 0.74 20 16 298.4 300.9 298.5
655.0 3607 -6.9 -32.9 11 0.37 14 21 300.5 301.8 300.5
641.0 3776 -6.1 -29.1 14 0.54 11 23 303.2 305.1 303.3
635.0 3849 -6.7 -28.2 16 0.59 10 24 303.4 305.5 303.5
605.0 4224 -9.5 -23.5 31 0.96 14 21 304.4 307.6 304.5
594.0 4366 -10.3 -15.3 67 1.97 16 20 305.0 311.4 305.4
570.0 4682 -12.5 -16.1 74 1.92 20 17 306.1 312.4 306.4
555.0 4885 -13.1 -38.1 10 0.26 11 17 307.7 308.6 307.7
543.0 5050 -14.7 -20.7 60 1.36 4 17 307.7 312.3 308.0
536.0 5148 -15.3 -25.2 43 0.93 0 17 308.1 311.3 308.3
534.0 5177 -15.5 -26.5 38 0.83 1 17 308.2 311.1 308.4
509.0 5537 -17.5 -21.7 70 1.33 11 20 310.1 314.6 310.3
500.0 5670 -17.9 -22.8 65 1.23 15 21 311.1 315.4 311.4
495.0 5745 -18.5 -23.5 65 1.17 18 20 311.3 315.3 311.5
492.0 5790 -18.9 -23.8 65 1.15 20 20 311.4 315.4 311.6
463.0 6241 -22.5 -26.3 71 0.97 28 20 312.3 315.7 312.5
457.0 6335 -23.2 -27.1 70 0.91 30 20 312.6 315.8 312.8



Le conseguenze tangibili di questa situazione si traducono con l'ingresso da nord dapprima di estesi cirrostrati, seguiti da corposi altocumuli o meglio ancora altostrati che avanzano più lentamente verso sud.




Le foto da casa mia:


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1081.jpg 
Visualizzazioni: 68 
Dimensione: 70.5 KB 
ID: 327




Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1082.jpg 
Visualizzazioni: 51 
Dimensione: 92.1 KB 
ID: 328




Questi sotto sono cirrocumuli undulati, presenziano anche loro e lo appuntiamo.

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1083.jpg 
Visualizzazioni: 50 
Dimensione: 91.7 KB 
ID: 329



Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1085.jpg 
Visualizzazioni: 50 
Dimensione: 76.1 KB 
ID: 330



Ovviamente come dicevo prima, oltre ai cirrostrati in queste condizioni fanno comparsa anche le nubi medio o medio-basse come gli altocumuli e gli altostrati, ma le foto mostrano anche delle lenticolari e dei cumulus fractus (sono sempre degli ingressi da nord, quindi l'ostacolo alpino mostra sempre i suoi effetti).

Il graduale ispessimento degli altostrati è visibile in queste due immagini di Cima Grappa:


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cirrostrati.jpg 
Visualizzazioni: 59 
Dimensione: 167.5 KB 
ID: 331




Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cirrostrati1.jpg 
Visualizzazioni: 56 
Dimensione: 164.4 KB 
ID: 332




Nel tardo pomeriggio il radar segnalava precipitazioni deboli a ridosso delle pedemontane (Veneta ma non solo, anche quella Friulana e se non ricordo male anche quella Lombarda).
A tal proposito mostro l'avanzata graduale degli altocumuli nel primo pomeriggio; ovviamente i cirrostrati hanno già completato la loro "invasione", ma di questo ne abbiamo già parlato precedentemente.
Un'aumento sensibile dell'umidità in medio, medio-bassa troposfera (basta confrontare le immagini della mattina con le prealpi ancora visibili, e le immagini ben più fosche del pomeriggio).


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1087.jpg 
Visualizzazioni: 54 
Dimensione: 68.3 KB 
ID: 333




Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1088.jpg 
Visualizzazioni: 52 
Dimensione: 66.4 KB 
ID: 334




Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1091.jpg 
Visualizzazioni: 50 
Dimensione: 70.0 KB 
ID: 335



Qui sotto la tipica immagine relativa al fronte caldo: gli altocumuli (a destra) e gli altostrati (in alto a sinistra) scorrono sotto la velatura uniforme biancastra dei cirrostrati, che lasciano filtrare la luce solare.


Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: imgp1093.jpg 
Visualizzazioni: 51 
Dimensione: 102.2 KB 
ID: 336